Feng Shui in camera da letto

Martedì, 12 Marzo 2019

La casa è il luogo per eccellenza della serenità. L’arte orientale del Feng Shui suggerisce alcune regole per renderla più armoniosa. Secondo questa teoria, infatti, nel cosmo ogni oggetto è in relazione con gli altri, e questo avviene anche per gli ambienti domestici.
Scegli con cura la disposizione delle camere, soprattutto della zona notte. Ricorda che è il luogo del riposo, dove recuperi le energie e ti ricarichi.

 

Deve essere lontana dalla porta d’ingresso, nella parte più isolata della casa, lontana da fonti di rumore. È ancestrale, infatti, il bisogno di protezione dell’uomo durante le ore del sonno. L’unico senso attivo è l’udito e la posizione di fronte alla porta ci rende inconsciamente più vulnerabili, soprattutto per la quantità maggiore di rumore che proviene dall’esterno. 

Scelta la posizione della zona notte, ora devi sistemare il letto. Opta per un modello sollevato dal pavimento, per una maggiore circolazione dell’aria, orienta la testata del letto verso nord o est ed evita di posizionarlo di fronte alla porta.

Non sottovalutare l’importanza delle pareti. Prediligi tinte fredde, soprattutto celeste, beige e bianco, ed evita quelle accese come rosso, arancio e giallo, che disturbano il sonno. Non appendere specchi di fronte al letto: riflettono le tensioni dell’ambiente. 

Lascia fuori tablet, pc, tv e cellulari, per una zona libera da onde elettromagnetiche. Sostituiscili invece con piante che rilassano e regalano un tocco di verde all’ambiente. Ampie finestre daranno infine luce e il giusto ricambio d’aria alla stanza. 

Prova a seguire questi piccoli suggerimenti per garantirti un sonno ristoratore e tanta serenità: anche se sei dubbioso sulle discipline orientali, tentar non nuoce!